fb_otorino.png

22 ottobre 2018 NewsPrevenzione

La ripresa delle attività scolastiche è il momento opportuno per la valutazione delle più comuni patologie otorinolaringoiatriche in età pediatrica.

Dal 15 #Ottobre e per tutto il mese di #Novembre presso il Poliambulatorio Specialistico Agunco è possibile prenotare la promozione dedicata a tutti i #bambini:

✔️ Visita Otorinolaringoiatrica
✔️ Rinofibrolaringoscopia
✔️ Impedenzometria

a soli €90!

Per prenotazioni:

☎️ 06/40500651

💬Whatsapp 337/1272041


dermatologo-FB-1200x1006.jpg

22 ottobre 2018 NewsPrevenzione

COSA SONO I NEI O NEVI?

I nei sono macchie pigmentate della pelle formate dall’accumulo di melanociti, le cellule che producono la melanina. Ogni neo rappresenta un’anomalia della pelle che, nella maggior parte dei casi, non creerà alcun problema, ma in altri casi, fortunatamente più rari, il neo potrebbe degenerare dando vita ad un melanoma; in altri casi, il melanoma può comparire ex novo sulla pelle.

La regola ABCDE indica un neo atipico o possibile melanoma:

A- Asimmetria della lesione

B- Bordi irregolari e frastagliati

C- Colore policromo (più colori come il nero, marrone, blu, rosso e rosa)

D- Dimensione maggiore di 6 millimetri

E- Evoluzione o elevazione ossia la lesione tende a crescere e a modificarsi

 

Cos’è l’epiluminescenza?

L’epiluminescenza è un metodo diagnostico non invasivo. L’epiluminescenza o dermoscopia si avvale di un piccolo microscopio che si posiziona sulla pelle permettendo di esaminare più nel dettaglio le caratteristico del neo.

Con la mappatura dei nei, il dermatologo ha la possibilità di visualizzare e memorizzare su un computer le immagini dei nei e verificare nelle visite successive eventuali cambiamenti dello stesso neo.

Di seguito tre semplici regole per la prevenzione del melanoma:

  1. Autoesame periodico: avere consapevolezza  della propria pelle e dei nei presenti su di essa, per riconoscere nei nuovi o la loro modifica.
  2. In caso di comparsa di nuovo neo con rapida crescita o di un neo con rapida crescita o di un neo preesistente che si modifica rapidamente è opportuno rivolgersi al medico dermatologo.
  3. E’ consigliato ridurre l’esposizione al sole negli orari critici (dalle ore 12 alle ore 16) e di utilizzare protettori solari con adeguato fattore di protezione in caso di esposizione al sole, in particolare per persone con pelle chiara o con numerosi nei.

 


Progetto-Salute-immagine-1200x1697.jpg

8 giugno 2018 News

 

L’ictus è un male attuale e rappresenta una delle cause principali di mortalità e di invalidità.
Tre degli specialisti del Poliambulatorio Specialistico Agunco, il Dott. Emiliano Angeloni cardiologo, la Dott.ssa Simona Parise oculista e il Prof. Alvaro Zaccaria angiologo, affronteranno questo delicato argomento perché tutti, soprattutto i pazienti, dovrebbero conoscere i fattori di rischio che determinano la malattia e i primi sintomi che possono permettere una diagnosi precoce.
L’ingresso è gratuito, prenotazione obbligatoria


Promo-genitori2-1200x1005.jpg

23 maggio 2018 News

Spesso nel mio lavoro come psicologa, sento i genitori lamentarsi di problemi di comunicazione con i figli, una sorta di muro costruito fra i due, che non permette alle due parti di comunicare né bisogni, né emozioni. I giovani imparano che parlare con i genitori è inutile, se non addirittura pericoloso. Di conseguenza, molti genitori perdono migliaia di occasioni per aiutare i figli ad affrontare i problemi che incontrano nella vita.

La ricerca e la pratica clinica mi hanno aiutato a capire quali sono gli ingredienti necessari per stabilire un’efficace relazione d’aiuto.Forse il più essenziale di tutti è il Linguaggio Dell’Accettazione.

Quando una persona è capace di provare e di comunicare a un’altra una sincera accettazione, essa può diventare di grande aiuto. La sua accettazione dell’altro così com’è è determinante per costruire una relazione in cui l’altro possa crescere, maturare, operare cambiamenti costruttivi, imparare a risolvere problemi, essere sereno, creativo .

L’accettazione è come il terreno fertile che permette ad un seme minuscolo di trasformarsi nel bel fiore che può diventare, il terreno si limita a facilitare lo sviluppo del seme. Anche un figlio, come un seme, ha dentro di sé la capacità di crescere.

Dal testo di Thomas Gordon “Genitori efficaci”, le parole di una tredicenne che aveva cominciato a ribellarsi ai valori e alle leggi dei propri genitori:

Mi ripetono talmente spesso che sono cattiva, che le mie idee sono stupide e che non possono fidarsi di me, che finisco con il comportarmi sempre più spesso in un modo che a loro non piace. Se loro già pensano di me che sono cattiva e stupida, tanto vale che continui a fare quello che faccio”.

Questo per farci riflettere come spesso i figli finiscono per diventare esattamente come i genitori li descrivono.

A parte questo effetto, il linguaggio della non accettazione allontana i figli, questi smettono di confidarsi con i genitori e imparano che è molto meglio tenere per sé i propri sentimenti e i propri problemi.

Il linguaggio dell’accettazione, al contrario rende i figli più aperti e sereni; li fa sentire liberi di condividere sentimenti e problemi.

I genitori che imparano a manifestare attraverso le parole una sincera accettazione del figlio, dispongono di uno strumento che può produrre risultati straordinari. Possono incoraggiare l’autoaccettazione e l’autostima del figlio, il passaggio dalla dipendenza all’indipendenza e all’autocontrollo.

Infine, di tutte le conseguenze dell’accettazione, la più importante è che il figlio si sente amato.

Accettare l’altro così com’è, è veramente un atto di amore; sentirsi accettati significa sentirsi amati.

Per saperne di più GUARDA IL VIDEO

Dott.ssa Claudia De Angelis
Psicologa e Psicoterapeuta
Consulente presso il  Poliambulatorio  Specialistico Agunco


17 maggio 2018 News

Consigli dei nostri esperti: affrontiamo insieme la sindrome dell’ovaio policistico

Alcuni medici del Poliambulatorio Agunco: la Dott.ssa RAFFAELLA PAJALICH, specialista in Endocrinologia, il Dott. VINCENZO PERRI, specialista in Dermatologia e VITTORIO UNFER, Professore di Ostetricia e Ginecologia presso la Facoltà di Medicina e Psicologia la Sapienza Università di Roma, sono stati ospiti del programma televisivo “Sulle Ali della Salute”.

I tre specialisti hanno affrontato il tema della sindrome dell’ovaio policistico o PCOS dall’inglese Polycystic Ovary Syndrome.  La Sindrome dell’Ovaio Policistico è un disordine ormonale e metabolico che interessa circa il 5-10% della popolazione femminile in età fertile. Questa condizione colpisce infatti oltre 1 milione di donne in Italia tra i 15 e i 44 anni, interferendo sul normale funzionamento delle ovaie, gli organi riproduttivi femminili preposti alla produzione di estrogeni e progesterone, entrambi essenziali per la regolazione del ciclo mestruale.

Nelle donne con la sindrome dell’ovaio policistico la produzione dei cosiddetti “ormoni maschili” (androgeni) è più alta del normale. È proprio questa sovrapproduzione di androgeni che causa irregolarità nel ciclo mestruale, che può risultare sporadico o prolungato, e difficoltà di concepimento. oltre che una serie di disordini metabolici e sintomi a livello di cute e capelli. Le ovaie sviluppano un certo numero di cisti, e non riescono a rilasciare gli ovuli regolarmente. È per questo motivo che la PCOS è riconosciuta tra le prime di cause di infertilità femminile. Per maggiori informazioni puoi consultare la pagina dedicata alla Pcos e Gravidanza.

Tuttavia, ancor prima che una disfunzione ginecologica, la Sindrome dell’Ovaio Policistico è un problema di carattere metabolico ed endocrino che provoca alterazioni nel metabolismo dei carboidrati e obesità, aumentando il rischio di incorrere in patologie cardiovascolari e diabete.

Spesso, le donne affette da PCOS non sanno infatti che questa patologia è generata in realtà da un mal funzionamento dell’ormone dell’insulina – un problema di carattere endocrinologico – i cui effetti finiscono per alterare il regolare funzionamento dell’ovaio, innescando quindi disordini ginecologici come irregolarità mestruale, ma anche aumento di peso, perdita di capelli, macchie scure della pelle, irsutismo (peluria diffusa), acne, diabete e persino depressione.


Lupus-facebook.jpg

10 maggio 2018 News
Oggi, giornata mondiale del LES, lupus eritematoso sistemico, vogliamo porre la nostra attenzione su questa malattia e sulle sue correlazioni in gravidanza. È una malattia cronica a meccanismo autoimmunitario ed è in grado di colpire vari organi e apparati, caratterizzata clinicamente dal succedersi di fasi di remissione e di esacerbazione. L’esordio può avvenire a qualsiasi età, nelle donne solitamente durante il periodo fertile con picco di incidenza verso i 37 anni. Le gravidanze affette da LES sono considerate a rischio per complicanze materno/fetali in quanto la gravidanza stessa rappresenta un rischio di peggioramento della malattia. Il 25% delle gravidanze, può andare incontro a parto prematuro, ritardo di crescita intrauterino e meno del 20% dei casi esitano in aborti precoci e morti fetali nel II e III trimestre, con associati rischi materni, quali complicanze ipertensive, trombosi venose profonde, diabete gestazionale ed esacerbazioni dei sintomi della malattia stessa. Pertanto per una gravidanza serena è necessario un counseling preventivo con approccio multidisciplinare e collaborazione tra ginecologo, reumatologo, neurologo, angiologo, cardiologo e pediatra.            

Dott.ssa Barbara Stragapede

Medico Chirurgo Specialista in Ginecologia Ostetricia – Gravidanze a Rischio
   

pcos-agunco-1-1200x1226.jpg

27 aprile 2018 NewsPrevenzione
Per la sua natura complessa, la sindrome dell’ovaio policistico è una patologia che richiede un approccio multidisciplinare sia ai fini della diagnosi, sia nel trattamento dei segni e sintomi. Il nostro team di medici specializzati può aiutarti a trovare la giusta terapia e a minimizzare i sintomi di questa condizione. Il “PACCHETTO PCOS” include: Visita ginecologica Visita endocrinologica Visita dermatologica Comprensive di: ultrasonometria calcaneare e dieta alimentare specialistica per PCOS. Al prezzo di 250 anziché 350 euro. Visita di controllo successiva (solo se necessaria): 100 euro. La visita verrà effettuata presso il nostro Poliambulatorio in Viale Sacco e Vanzetti, 78 – Roma (RM) previo appuntamento

festa-della-mamma-1200x1657.jpg

12 aprile 2018 News
Dal 7 al 12 Maggio il Poliambulatorio Specialistico AGUNCO offre a tutte le mamme uno sconto del 20% su tutte le prestazioni specialistiche. (escluse le prestazioni già in promozione) Posti a disponibilità limitata.

Locandina_Salute-1200x1673.jpg

4 aprile 2018 News
Il Poliambulatorio AGUNCO inaugura IL PROGETTO DELLA SALUTE con incontri gratuiti multitematici. 4 MAGGIO 2018 ORE 19:30 PRIMO INCONTRO FAMIGLIA: UN’AVVENTURA DA CONDIVIDERE Parteciperanno le dottoresse: Claudia De Angelis – Psicologa dell’età evolutiva e Psicoterapeuta Cecilia Fusco – Psichiatra e Psicoterapeuta Familiare Olga Manetta – Psicologa e Psicoterapeuta Familiare Virginia Sirchia – Neuropsichiatra Infantile Introdurrà la Dott.ssa Loredana Costabile – Ginecologa (posti limitati, è necessaria la prenotazione)

© 2018 AGUNCO S.R.L., Viale Sacco e Vanzetti 78 - 00155 Roma (RM) | C.F. 13839141002 | REA RM - 1476750 | Cap. Soc. 20.000€ I.V.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi