Un Occhio al Cuore

19 maggio 2017
un-occhio-al-cuore_Page_1-1200x1657.jpg

COS’È L’ELETTROCARDIOGRAMMA?
L’elettrocardiogramma (ECG) è un esame rapido ed assolutamente non invasivo, efficace
nell’escludere la presenza di molte delle più frequenti patologie cardiache e/o la predisposizione
a svilupparne ed a stratificare il profilo di rischio del singolo individuo. Lo screening elettrocardiografico
è ormai raccomandato in tutte le fasce d’età, anche quella pediatrica, ma soprattutto
negli individui con più di 40 anni, nei quali è possibile identificare precocemente problemi di
pressione sanguigna ed irregolarità del battito cardiaco (tachicardia, extrasistolia, etc.) al
fine di stabilire le opportune correzioni e le eventuali terapie.

COS’È IL FONDO OCULARE?
Il fondo oculare è un esame diagnostico che viene eseguito dall’oculista per visualizzare le
strutture interne dell’occhio. In particolare permette di osservare:
– il corpo vitreo (il gel che riempie il bulbo oculare);
– la macula (la zona centrale della retina che consente la visione dei dettagli);
– la conformazione della testa del nervo ottico (alterata sia in caso di patologie oculari importanti
come il glaucoma che di patologie generali, per es.neurologiche);
– lo stato di arterie e vene (assumendo particolare importanza in corso di malattie che colpiscono
i vasi, come l’ipertensione e il diabete). Infatti ciò che accade nell’occhio avviene, ad
esempio, anche nel rene e nel cuore. Il vantaggio è che, con il fondo dell’occhio, si riescono
a visualizzare le vene e le arterie “dal vivo” e con un sistema non invasivo.
Persone che non hanno alcun disturbo e hanno meno di 40 anni possono sottoporsi all’esame
una volta ogni 18-24 mesi, mentre i soggetti sani con più di 40 anni dovrebbero farlo 1 volta
l’anno. Chi invece ha problemi oculari o di salute generale ( per esempio diabete, ipertensione,
obesità…) deve sottoporsi a controlli più ravvicinati in base al quadro clinico e al consiglio
dell’oculista.

Copyright 2016 Agunco - P.IVA/C.F. 13839141002